• 18 Giugno 2024 2:56

Altra scossa improvvisa dei Friedkin: addio a Mourinho. De Rossi il primo nome

DiGiulia Sonnino

Gen 16, 2024
mourinho esonero

Ore 9.25 di un soleggiato, ma freddo, martedì 16 gennaio. “L’AS Roma annuncia che José Mourinho e i suoi collaboratori tecnici lasceranno il Club con effetto immediato”. Una notizia che colpisce la Capitale come un terremoto, facendo sobbalzare tutti da letti e scrivanie. “Mourinho era stato annunciato come sessantesimo allenatore nella storia della Roma nel maggio del 2021. Ha guidato la squadra alla conquista della Conference League a Tirana il 25 maggio del 2022 e alla finale di Europa League a Budapest nella scorsa stagione” recita il resto di un comunicato molto gelido, visti anche i brevi ringraziamenti di Dan e Ryan Friedkin all’allenatore che loro stessi avevano scelto per rilanciare la squadra giallorossa due anni e mezzo fa. “Ringraziamo José a nome di tutti noi all’AS Roma per la passione e per l’impegno profusi sin dal suo arrivo in giallorosso. Conserveremo per sempre grandi ricordi della sua gestione, ma riteniamo che, nel migliore interesse del Club, sia necessario un cambiamento immediato. Auguriamo a José e ai suoi collaboratori il meglio per il futuro”, le parole dei proprietari del club, che ieri non avevano fatto filtrare alcunché sulla loro reazione dopo la sconfitta col Milan.

Un atteggiamento completamente diverso rispetto a quanto successo a seguito dell’eliminazione contro la Lazio nel derby di Coppa Italia, quando persone a loro molto vicine li descrivevano come “furibondi” – e oggi si è visto che non era affatto una bugia – per i risultati della squadra allenata dallo Special One, oltre al fatto che, secondo quanto filtrava, non si capacitassero di come la Roma potesse andare così male avendo il terzo monte ingaggi della Serie A. “Ulteriori aggiornamenti riguardo la nuova guida tecnica della Prima Squadra saranno comunicati a breve”, la parte finale del comunicato apparso sul sito della società capitolina. E subito è partita la caccia al nome del sostituto di Mourinho, con quello di Daniele De Rossi che viene ritenuto il più adatto da molti all’interno della società e per cui sono già partiti i primi contatti: difficilmente altri profili potrebbero raccogliere una pesante eredità come quella rappresentata attualmente dalla panchina romanista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy