• 28 Gennaio 2023 18:29

L’obiettivo di mercato: Renato Sanches

DiMatteo Cirulli

Mar 24, 2022
Scheda Renato Sanchez

Un centrocampo da ricostruire. La prossima stagione la Roma dovrà ricostituire un reparto che si priverà in estate di numerosi elementi. Se per Cristante è stato commissionato un mandato di cessione a Giuseppe Riso – la richiesta sarebbe di almeno di diciassette milioni, con il Siviglia di Monchi in prima fila – per altri giocatori sarà necessario trovare altre sistemazioni. Veretout, Diawara e Villar sembrerebbero aver infatti terminato la loro esperienza in giallorosso, mentre si ragiona sul futuro di Darboe, che non solca il campo dal 9 dicembre, nella partita contro il CSKA Sofia. A centrocampo rimarrebbero quindi Pellegrini e Sergio Oliveira, il cui riscatto sembra più che scontato.

L’obiettivo principale per la Roma in questo reparto sembra essere il connazionale del 27 giallorosso, Renato Sanches, in forza al Lille. Il portoghese, nato a Lisbona, è in scadenza nell’estate del 2023 e non ha nessuna intenzione di rinnovare con il club francese, che sarà quindi costretto a venderlo in questa sessione di mercato per non rischiare di perderlo a zero. Renato Sanches, scuola Benfica, viene acquistato dal Bayern Monaco nel 2016 per trentacinque milioni di euro. Dopo un anno viene ceduto in prestito allo Swansea, in una operazione dalla valutazione complessiva di circa otto milioni e mezzo. Nell’agosto 2019 viene infine acquistato dal Lille per venti milioni. Nonostante la sua breve carriera, Sanches può vantare un palmares di tutto rispetto: ha vinto sei campionati nazionali, uno con il Benfica, quattro con il Bayern e uno con il Lille; sette coppe nazionali, in Portogallo, Germania e Francia. La ciliegina sulla torta è la vittoria degli Europei del 2016, che gioca all’età di diciannove anni, entrando dalla panchina per poi diventare titolare dai quarti fino alla finale.

Renato Sanches, punto fisso del 4-4-2 di Gourvennec, è un centrocampista duttile, in grado di giocare in più posizioni, sia come centrale, sia all’occorrenza come esterno di destra. In questa stagione ha collezionato 1705 minuti in tutte le competizioni, segnando un gol e fornendo cinque assist. Quando è in forma, il portoghese è in grado di cambiare le partite con le sue giocate. Se si analizzano i calciatori under 25 nei cinque principali campionati europei (Serie A, Premier League, Ligue 1, Bundesliga e Liga), Renato Sanches è terzo per azioni che portano al gol (Goal-Creating Actions per90) e quarto per passaggi chiave (Key-Passes per90). Il portoghese è particolarmente abile nel far salire la squadra, alzandone quindi il baricentro. Come è possibile vedere dalla dashboard in cima all’articolo il rapporto tra passaggi progressivi e progressioni palla al piede è altamente superiore alla media europea. La fragilità fisica è uno dei principali punti a sfavore del calciatore. Solo quest’anno ha perso per infortunio tredici partite, ed è attualmente infortunato alla coscia. in carriera ha saltato complessivamente settantuno partite per problemi fisici, prettamente muscolari e relativi alla zona della coscia. Proprio un problema a quest’ultima gli ha impedito di giocare la finale di Super Cup, il corrispettivo francese della Supercoppa Italiana, contro il PSG, poi vinta dal Lille.

Al di là dei problemi fisici, Renato Sanches risulterebbe un’ottima aggiunta al centrocampo della Roma, e l’operazione sarebbe tutt’altro che impossibile. L’ingaggio non risulta proibitivo il calciatore percepisce circa quattro milioni lordi l’anno, senza contare poi la possibilità di usufruire del decreto crescita, riducendo ancora di più i costi dell’operazione. Un ulteriore assist sarebbe fornito dal suo agente: Renato Sanches è infatti sotto la procura della Gestifute, gestita da Jorge Mendes, che dalla scorsa estate ha intensificato i rapporti con la Roma. A Trigoria sono approdati già Rui Patricio e Sergio Oliveira, oltre che Mourinho, tutti rappresentati dalla Gestifute. I rapporti con Mendes potrebbero quindi favorire il trasferimento del ventiquattrenne portoghese nella Capitale, nonostante la concorrenza del Milan, che potrebbe offrire uno stipendio maggiore e un posto in Champions League. Renato Sanches è stato inoltre vicinissimo a vestire la maglia giallorossa nella scorsa sessione di mercato. Roma e Lille avevano infatti trovato a gennaio un accordo per uno scambio di prestiti: Amadou Diawara sarebbe andato in Francia e Renato Sanches sarebbe sbarcato nella capitale. Entrambi i calciatori non erano tuttavia convinti del prestito e quindi l’operazione si arenò. Tiago Pinto torna martedì scorso da un viaggio in Francia. L’aereo di ritorno proveniva da Parigi, ma nessuno può escludere dei colloqui con la dirigenza del Lille, in particolare con Alessandro Barnaba, proprietario del club francese e uno dei principali consulenti della famiglia Friedkin durante il periodo di acquisizione della Roma.

Matteo Cirulli

Romano e romanista, tutto fare de Al Circo Massimo, dalla regia ai Social Network.